DeepFake, cosa dice il Garante per la Privacy italiano

Il Garante italiano per la protezione dei dati personali, ha iniziato, già dal 2016, a seguire il tema dell’Intelligenza Artificiale con una sezione dedicata del sito istituzionale, aggiornata con approfondimenti e link utili.

Tra i contributi proposti, segnaliamo l’ultimo in tema di deepfake, che con una infografica, intende allertare sui rischi dell’uso malevolo di questa tecnologia.
Vengono inoltre riportati i documenti più significativi emessi da ENISA e dal Parlamento Europeo, relativamente all’Intelligenza Artificiale e alle tecnologie correlate.

Segnaliamo inoltre, vista l’attinenza rispetto al tema dei deepfake e del furto di identità, altre due sezioni del sito del Garante che offrono una panoramica dei rischi e possibili contromisure, oltreché i soggetti da coinvolgere qualora ci si trovi di fronte ad un problema di cyberbullismo o più in generale di cyberscurity.

Deep Fake composition image

Un primo lavoro (¹):
per capire come funzionano i deepfake

DeepFake: le origini

1. Impersonification: cybersecurity e Identity Protection
1.1 Identità
1.2 Credenziali
1.3 Impersonificazione
1.4 Considerazioni su come proteggersi

2. Deep Fake e deep learning
2.1 Le reti neurali
2.2 Gli autoencoder
2.3 L’addestramento

3. Individuazione e analisi delle tecniche per la generazione di immagini e video fake
3.1 DeepFakes
3.2 Neural Textures
3.3 Face2Face
3.4 FaceSwap

Considerazioni Finali

Bibliografia

(¹) Questo lavoro è stato realizzato durante il corso di laurea triennale in Ingegneria Informatica come tesi in “Sicurezza delle reti e Cyber Security” presso l’UNIVERSITAS MERCATORUM (ROMA). A cura di Luca Murgianu, relatore il Prof. Roberto Caldelli.

Un approfondimento (²):
per imparare a distinguere il vero dal falso

1. MultiMedia Forensics

2. Il fenomeno DeepFake

3 Le tipologie di manipolazione

3.1 Pixel-based

3.2 Format-based

3.3 Camera-based

3.4 Physically-based

3.5 Geometric-based

4 Tecniche di videofake detection

5 Cosa dice il Garante della Privacy italiano

5.1 Il falso che ti ruba la faccia e la privacy

Considerazioni Finali

Bibliografia

(²) Questo lavoro è stato realizzato durante il corso post-laurea in “CRIMINALITA’ INFORMATICA E INVESTGAZIONI DIGITALI” tenutosi presso l’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI MILANO (LA STATALE). A cura di Luca Murgianu, coordinatore il Prof. Giovanni Ziccardi.